immagine casatenovo

 

I Parchi

Mappa dei parchi



 

I sentieri di Casatenovo

 

Parco Villa Mariani

E’ il parco che ospita la Civica Scuola di musica di Casatenovo e l’Auditorium ‘Graziella Fumagalli’, sede di numerosi eventi pubblici.
Al suo interno si trva la Villa D’Adda-Mariani, residenza la cui edificazione sembra risalire alla seconda metà del XVI secolo, quando il banchiere Rinaldo D'Adda di Olginate, capostipite dei marchesi di Pandino, acquistò alcuni immobili presso questa frazione. Nel 1963 l'edificio fu donato in parte all'istituto milanese dei sordomuti e in parte all'Amministrazione Comunale.

View the embedded image gallery online at:
http://oldcasatenovo.highsite.it/i-parchi#sigProGalleria91719b3245

Con il suo giardino all’italiana e una balconata che offre una splendida visuale sull’area agricola e boschiva della frazione di Galgiana, il parco è oggi utilizzato per ospitare convegni, iniziative a carattere culturale (teatri, concerti, spettacoli musicali), dibattiti e per la celebrazione di matrimoni civili.

 

Valle della Nava

La Valle della Nava è un corridoio ecologico che si estende lungo il confine orientale del nostro Comune e lambisce i territori di Missaglia e Monticello Brianza.
View the embedded image gallery online at:
http://oldcasatenovo.highsite.it/i-parchi#sigProGalleria8534f7ebd7

Per le sue caratteristiche morfologiche la Valle, che prende il nome dalla roggia che nel secolo scorso attraversava la valle e di cui oggi è ancora possibile riscontrare il percorso, si è configurata nel tempo come un ambiente naturale raccolto e protetto in cui si è sviluppato un habitat che rende questa piccola valle un vero serbatoio di biodiversità. In essa sono stati avvistati: il gufo, l’allocco, la civetta, la poiana, il picchio rosso e il picchio verde, tra gli anfibi, la rana e la salamandra, tra i mammiferi, volpi, donnole, lepri e scoiattoli. Numerosi e particolari sono anche gli insetti che popolano i suoi prati
 

Parco Villa Facchi

E’ ‘il parco della biblioteca’, vicino al centro, fresco e raccolto, utilizzato in particolare per lo studio e il relax, ospita anche eventi di carattere culturale e ricreativo.
Villa Casati-Facchi,  residenza patrizia inserita all’interno del parco, prende il nome dai suoi primi proprietari che qui abitarono per tutto il XVIII secolo, e da quello della famiglia Facchi, che entrò in possesso della villa nel 1881, inaugurando importanti lavori di restauro.

Dell'impianto originario, collocato ai margini del nucleo storico di Casatenovo, si sono conservate sia la pianta a "U" sia la facciata rivolta al paese, inalterata nella distribuzione regolare delle finestre e negli angoli a bugnato. Nel corso del tempo la villa si è ampliata grazie alla costruzione del corpo della portineria con scuderie annesse e del portico laterale a sud.

View the embedded image gallery online at:
http://oldcasatenovo.highsite.it/i-parchi#sigProGalleria09f4c58bab

Dal 1989 gli edifici presenti nel parco ospitano alcune attività di valore sociale e culturale quali, appunto, la biblioteca, il centro interculturale L’Angolo Giro, una sala civica, sedi di diverse associazioni locali.
Queste funzioni, unite alla posizione prossima al centro, fanno del parco un luogo di integrazione tra lo spazio urbano, il comprensorio delle ville e le aree naturali che li circondano.

 

Parco Vivo

E’ il polmone verde del capoluogo, un’area che si sviluppa nella parte più settentrionale del Comune, in continuità con gli spazi del complesso ospedaliero INRCA, del Parco agricolo della Valletta e del Parco di Villa Greppi, che insieme formano una cintura verde a nord del centro paese.
View the embedded image gallery online at:
http://oldcasatenovo.highsite.it/i-parchi#sigProGalleria0ca4e0f898

Il parco è attrezzato con giochi, tavoli, panche e servizi igienici. La posizione sopraelevata rispetto al resto del paese permette di godere di un punto di vista privilegiato sull’abitato del capoluogo. In parte soleggiato e in parte all’ombra (bosco di conifere) il parco viene utilizzato oggi in particolare come spazio di convivialità e ricreazione, è location del Centro Estivo Diurno per i ragazzi, ma anche di esercitazioni e dimostrazioni pratiche (Protezione Civile, Croce Rossa Italiana, etc).


 

Parco dei Colli Briantei

Il Parco Locale di Interesse Sovracomunale dei Colli Briantei è un’area protetta istituita nel 2008 grazie all'intesa tra i comuni di Arcore, Camparada ed Usmate-Velate.
Il territorio del Parco è caratterizzato dai cosiddetti 'pianalti': i rilievi collinari che si estendono a Nord degli abitati dei suddetti comuni. Il parco ha una superficie di quasi 550 ettari e nasce per tutelare un ambiente collinare con spiccate caratteristiche di naturalità dove sono presenti boschi, campi, corsi d’acqua e piccole zone umide.
View the embedded image gallery online at:
http://oldcasatenovo.highsite.it/i-parchi#sigProGalleriaa9d20b25f1

Il parco si colloca all'interno di un reticolo di aree protette che vede la presenza del Parco regionale della Valle del Lambro ad Ovest, il Parco Regionale di Montevecchia Valle del Curone a Nord il Parco locale del Molgora ad Est ed il Parco agricolo della Cavallera a Sud. Per la sua posizione strategica il parco costituisce un corridoio ecologico di grande importanza all'interno del reticolo di aree protette a nord di Milano.
Per queste ragioni e per le caratteristiche di continuità territoriale e paesistica le aree agricole e naturali poste a sud del nostro Comune si configurano come ideale proseguimento del territorio ricompreso negli attuali confini del Parco.
 

Parco della valle del Lambro

Questo parco è stato istituito nel 1983, comprende attualmente 35 comuni, tra cui, a partire dal 1996, il Comune di Casatenovo. La sua attuale superficie è di 8.107 ettari di cui 4.080 di parco naturale.
Il suo territorio si estende lungo un tratto di 25 km del fiume Lambro compreso tra i laghi di Pusiano e di Alserio a nord e il Parco della Villa Reale di Monza a sud.
Il territorio del Parco comprende il tratto collinare del fiume Lambro e presenta caratteri differenti lungo il suo percorso. La zona dei laghi corrisponde a quella di più spiccato interesse naturalistico, comprendente ambienti lacustri, già in parte tutelati dalla Riserva naturale orientata della Riva Orientale del Lago di Alserio. Entrambi i laghi sono infatti Siti di Interesse Comunitario (SIC). Più a sud le aree urbanizzate prendono il sopravvento ma rimangono ancora aree naturali di notevole interesse come i due SIC  Valle del Rio Cantalupo e Valle del Rio Pegorino.
Quest’ultimo, sito nel territorio di Casatenovo, e raggiungibile dai sentieri che si dipartono dall’abitato di Cascina Rancate, rappresenta una delle aree di maggior rilevanza paesistica, storica e naturalistica del nostro Comune. Oltre al nucleo rurale di Cascina Rancate, va infatti citata, a poche centinaia di metri dal nucleo di Rancate, la presenza all’interno della roggia dei resti dell’acquedotto detto ‘del Mellerio’.

sito del parco della valle del Lambro